Dreamers Day
Dreamers Day

Enrico Dini

Ingegnere

“L’unico limite è l’immaginazione”

 

Enrico Dini è un ingegnere toscano che da quasi quindici anni si dedica anima e corpo per realizzare il suo sogno di stampare le case in 3D. Per Enrico la stampa 3D a grande scala è un mezzo per perseguire la democratizzazione della bellezza in Architettura.

 

La bellezza secondo Enrico è strettamente correlata alla computazione e agli algoritmi e la materializzazione di questi è resa possibile da questa tecnologia. Secondo Enrico, vivere un bel luogo è buono per l’anima, incoraggia l’autostima e la voglia di fare volta al bene. Enrico è dunque mosso da un obiettivo sociale e per questo ha immaginato un modello di edilizia economica che includa la bellezza nel costo di costruzione. Nel 2008, Enrico ha stampato su progetto dell’architetto Milanese Andrea Morgante di Shiri-Studio Londra, ‘La Radiolaria’ una piccole struttura di forma libera. Fu il primo esempio assoluto di stampa digitale 3D in conglomerato e da lì ebbe inizio la rivoluzione copernicana nel mondo delle costruzioni.

 

Oggi Enrico, coadiuvato dal gruppo dei sui collaboratori, lavora a Buti presso il suo Laboratorio D-Shape al perfezionamento dei macchinari, dei materiali e dei processi. Enrico collabora con numerosi centri di ricerca pubblici e privati in Italia e all’estero, ha ricevuto numerosi premi e riconoscimenti ed è unanimemente riconosciuto come pioniere di questa nuova branca delle costruzioni.