Dreamers Day

IL PIANETA HA BISOGNO DI SOGNARE

Dreamers Day

Si è conclusa la quinta edizione del Dreamers Day e come ogni anno possiamo sostenere con tanta gioia e altrettanta certezza che si tratta di una giornata necessaria.

Sul palco del Teatro Dal Verme, abbiamo parlato di responsabilità, di innovazione di prodotto e di pensiero, di vera sostenibilità, di difficoltà superate e di capovolgimenti.

 

Abbiamo parlato di sogni che sono così concreti da poter cambiare il mondo.

 

Messaggi importanti

Gli speaker che si sono susseguiti sul palco hanno tutti condiviso storie straordinarie, il loro contributo è stato di grande impatto.

Ognuno di loro ha condiviso con il pubblico messaggi costruttivi, pieni di pathos e di spunti.

 

Barbara Mazzolai ci ha fatto immaginare un futuro positivo in cui l’energia prodotta dallo sfregamento di foglie naturali e artificiali poste nella chioma di una pianta possa essere utilizzata come fonte totalmente green.

 

Giordano Tomasoni ha raccontato del suo capovolgimento dopo un tentato suicidio e consigliato all’audience di imparare ad ascoltarsi, a prendersi cura del propio disequilibrio interiore, ad essere felici nonostante tutto.

 

Sindiwe Magona ha consigliato di ribellarsi quotidianamente alle condizioni della nostra vita che non ci vanno bene. Per lei è stata la povertà.

 

Sandro Formica ci ha fatto riflettere sulla felicità non come un’emozione ma come uno stato dell’essere e inizia dalla consapevolezza di ciò che si vuole essere.

 

Maria Teresa Golfari ha raccontato la sua visione di scuola, che deve essere un luogo dove si coltiva l’essere e non un posto per i voti alti.

 

Bruno Bella ha condiviso la sua esperienza di grande che è caduto e dell’occasione che ha avuto di rialzarsi e rinascere più forte di prima.

 

Lapo Elkann ha condiviso una verità assoluta: la ricchezza non è ciò che hai ma ciò che dai.

 

Jack Cambria ha ricordato che la negoziazione è quotidiana e in tutte le sfere della vita, ha fatto a tutti l’appello di imparare ad ascoltare l’altro profondamente

 

Toni Mischitelli ha spronato tutti a fermarsi e cercare quello che più conta e a chiedersi “Chi sei tu?”

 

Guillermo Martinez ha dimostrato come, quando si è pronti dentro, basta poco per cambiare la propria vita: nel suo caso 30 minuti.

 

Jago ha spronato tutti a offrire invece di chiedere, perché quando si offre si trovano sempre partner, network e posti per le idee.

 

Alice Siracusano ha condiviso come, grazie al superamento di pregiudizi e al ribaltamento di schemi mentali, con la sua agenzia può soddisfare l’urgenza di raccontare la verità sostanziale dei fatti, in un mondo dove l’informazione predominante è usa e getta.

 

Stefano Simontacchi ci ha ricordato che dobbiamo prenderci la responsabilità di quello che vogliamo vivere e che spiritualità non è religione.

 

I Millennial Warriors Alessandro Sandionigi e Marta Basso hanno invitato tutti a lasciare andare ogni tipo di pregiudizio intergenerazionale.

 

Armando Persico ha esortato tutte le istituzioni a prendere coscienza dell’importanza di introdurre il concetto di imprenditorialità nelle scuole.

 

Giampaolo Grossi ha condiviso un’importante verità: la parola ‘leadership’ è composta anche dalla parola ’ship’, nave.
Una nave ha un capitano, ma anche un team. E gli splendidi ragazzi che ha portato sul palco sono la forza motrice di questa nave che sta dirigendo.

 

Sostegno e partnership

Ringraziamo sentitamente tutte le aziende che quest’anno ci hanno sostenuto in molti modi per poter rendere per la prima volta il Dreamers Day gratuito mantenendo alta la qualità di questa giornata speciale.

 

Grazie a Eldor e Podere Forte, aziende di Pasquale Forte che dal primo anno è al nostro fianco.
Grazie a Bruno Bella, fondatore del gruppo Vibeco, per il sostegno e l’amicizia.
Grazie a Starbucks Italia per esserci accanto e averci aperto le porte della sua meravigliosa Roastery.
Grazie a Emmegi per l’indispensabile lavoro di regia, per l’impegno profuso in situazioni di grande difficoltà senza il quale questo evento non potrebbe esistere in tutta la sua bellezza.
Grazie ad Andrea Giovannoni e al suo team di SpotMyBiz per seguirci dal primo anno nella produzione di fotografie e contenuti video, senza i quali la comunicazione non sarebbe ciò che è.
Grazie a Nimex per aver offerto anche quest’anno il suo buonissimo Caffè Verani a tutti i nostri ospiti.
Grazie a ETT per le bellissime installazioni nel foyer del teatro che abbiamo utilizzato per dare un omaggio a tutti gli speaker che si sono susseguiti in queste cinque edizioni.
Grazie a RedPoint per aver prodotto le bellissime tote bag blu che abbiamo distribuito a tutti i partecipanti.
Grazie a Monica Cerin per aver regalato a tutta l’audience i bracciali salvavita AidMe.
Grazie a Pica per aver offerto paste e cioccolatini e una meravigliosa torta con cui abbiamo festeggiato la conclusione di questa giornata piena di emozioni.
Grazie a AllegroItalia per aver aperto le porte dei suoi Luxury Apartments a tutti gli speaker che hanno viaggiato da lontano per poter essere presenti domenica.
Grazie a Cavallini 1920 per aver arredato con grande classe il palco del Dreamers Day.
Grazie a Waff per aver offerto un’area relax per le meritate pause di ristoro durante l’evento.
Grazie a LUZ per averci assistito nello strutturare la base del video sui valori aziendali.
Grazie a Babasucco per aver offerto barrette proteiche e succhi per un veloce snack durante la giornata.

Grazie ai City Angels per aver provveduto un servizio di sicurezza in tutto il teatro, gestendo una folla di oltre mille persone pr tutta la giornata.
Grazie a Reviv per aver offerto un prezzo speciale ai nostri ospiti per accedere alle sue terapie di benessere.

Infine, grazie a RDS, radio ufficiale dell’evento per il secondo anno, e al Corriere Della Sera per essere stati i nostri amplificatori, permettendoci di raggiungere sempre più persone con i sogni nostri e dei nostri speaker.

 

Il pubblico

Infine desidero ringraziare dal mio cuore tutte le oltre mille persone che hanno partecipato a questa giornata.

Voi siete il motivo per cui lavoriamo con passione e con amore tutto l’anno: per portare una giornata d’ispirazione, di energia positiva, di connessioni ma anche di formazione attraverso le esperienze degli speaker.
Senza la vostra presenza, il vostro supporto, i vostri commenti positivi, il Dreamers Day non esisterebbe.

Grazie a chiunque sia venuto a salutarci, a sorriderci, ad abbracciarci.

Dal vostro affetto e dalla vostra condivisione traiamo forza ogni anno per portare nella realtà questa giornata di lavoro intenso ed entusiasmante.

 

Grazie, grazie, grazie!

Francesca Del Nero