Dreamers Day
Dreamers Day

Come liberarsi dalla paura

È necessario imparare a rimanere in collegamento costante con il proprio Sogno.

 

Ciascuno di noi ha delle paure. Molti diranno che non temono neppure la morte o la malattia, ma la catena delle nostre insicurezze non si ferma alle grandi tragedie che possono colpire, apparentemente casualmente ogni essere umano, indistintamente.

 

C’è chi coraggiosamente affronta grandi imprese ma teme la folla, chi scala montagne ma non riesce a comunicare con la propria famiglia, chi non riesce a perdonare e rimane attaccato a quel dolore, chi non riesce a darsi pace al pensiero di un oggetto dimenticato, e la lista potrebbe andare avanti all’infinito.

 

L’unico ostacolo tra te e la realizzazione del tuo Sogno è l’insieme delle paure che ti ancorano a ripetere sempre gli stessi schemi comportamentali. Fin da piccoli la paura ci è compagna, condiziona le nostre scelte, mina la nostra libertà.

 

“Quando scopri che fuori di te non c’è alcun nemico da temere, né alcun male che può nuocerti; quando ti rendi conto che non c’è nulla di cui aver paura, la paura sparisce e la libertà ne prende il posto.”

La Scuola degli Dei di Stefano D’Anna

 

È quindi necessario passare attraverso tutto ciò che impedisce la connessione costante tra te ed il tuo Sogno. 

 

Le paure sono un bagaglio molto pesante, una zavorra emozionale, ombre dell’Essere sulle quali è necessario portar luce. Lasciare andare le proprie paure è il primo passo per poter creare la tua realtà.

 

È molto importante comprendere che nessun altro può fare questo lavoro al tuo posto e che tu sei l’unico responsabile di ogni evento che accade nella tua vita, ci sono un’infinità di metodi, ma un solo esecutore: Tu!

 

Spesso si crede di essere vittime del mondo, si è certi di essere circondati dal dolore e che la felicità sia un bene prezioso, riservato a pochi. Non c’è pensiero più fuorviante, perché vivere senza paura è invece diritto di nascita di ogni uomo. Perché questo avvenga, bisogna prendere consapevolezza di sé, del proprio potenziale e svilupparlo giorno per giorno.

 

“Non è possibile sognare e avere paura allo stesso tempo. Sulla via del sogno non puoi abbassare la guardia neppure per un istante. Non puoi permettere neppure a un atomo d’inferno di penetrare nel tuo paradiso.”

La Scuola degli Dei di Stefano D’Anna