Dreamers Day

BLOCCA L'AGENDA!

FALLO, ADESSO!

Dreamers Day

Prendiamo impegni continuamente con tutti e ovunque. Riempiamo le nostre agende bloccando le nostre giornate con appuntamenti, riunioni e incontri di ogni tipo, brevi o lunghi che siano le nostre agende sono comunque piene, in questo periodo pre-natalizio, se possibile, ancora di più del solito.

 

Abbiamo dimenticato qualcosa?

Siamo sempre a chiederci se abbiamo lasciato indietro qualcosa o qualcuno, ci svegliamo di notte perché abbiamo dimenticato di rispondere tempestivamente a collaboratori, colleghi, capi, amici e parenti. Compiliamo to do list continue ma rimaniamo spesso con la sensazione di aver comunque dimenticato qualcosa.

Dreamers Day

COSA abbiamo realmente dimenticato?

Abbiamo dimenticato la cosa più importante! Ci siamo dimenticati di noi, ci siamo dimenticati di avere bisogno di spazi per noi stessi, abbiamo dimenticato che senza di noi tutte le cose che creiamo non ci sarebbero, abbiamo dimenticato la cosa più importante! Noi stessi!

 

Com’è accaduto?

Camminiamo come automi lungo la vita, facciamo cose ancora e ancora. Sia benedetto tutto ciò che facciamo ma per favore non dimentichiamo più di bloccare le nostre agende con momenti per noi.

 

“No, mi spiace, a quell’ora non posso! Ho preso del tempo per me!”

 

Che non sia un tempo per fare altre cose, ma solo per Essere. Sì, un tempo per essere! Un tempo di silenzio, di pausa, di calma, di meditazione.

Ognuno scelga ciò che è meglio per sé e quanto tempo poter dedicare ma per favore recuperiamo la dimensione interiore.

 

È da dentro che tutto si crea e se non dedichiamo spazio a noi stessi – alla parte invisibile del nostro Essere da cui tutto proviene – come possiamo pensare di creare cose positive e costruttive per noi e per tutti? Come pensiamo di generare bene se siamo nel tritatutto della mente rumorosa assillata da mille pensieri ripetitivi? Come pensiamo di poter creare un impatto positivo se il nostro agire proviene da un essere in affanno, in rincorsa continua, in perpetuo movimento?

 

Dove stiamo andando?

Davvero chiediamocelo: dove stiamo andando? Possibile che siamo arrivati al punto di aver dimenticato che siamo la cosa più importante che c’è? Possibile che abbiamo dimenticato che la vita non ci manda un messaggio di preavviso per quando sia il nostro momento per andarcene, né tantomeno quando sia il momento per un nostro caro, un amico … e allora mi chiedo, ma dove stiamo correndo?

 

Fermiamoci e dedichiamo tempo a noi stessi, è il miglior regalo per Natale… ma che sia Natale tutti i 365 giorni e poi per i prossimi 365 giorni e ancora ed ancora in uno riscoprirsi ed un rinascere continuo nel silenzio da cui possiamo creare consapevolmente tutto ciò che sogniamo.

 

Francesca Del Nero

 

Puoi rimanere in contatto con Francesca su Linkedin.

International speaker, coach, trainer e autrice, Francesca ha lavorato per molti anni come manager di banche d’affari e conosce a fondo le dinamiche e le sfide del mondo aziendale. Ha lasciato GE Capital nel 2010 per fondare una scuola internazionale di trasformazione dell’Essere, School For Dreamers, con lo scopo di…