SINDIWE MAGONA

AUTRICE E ATTIVISTA

Chi è Sindiwe Magona

Dr. Sindiwe Magona è un’autrice sudafricana laureata alla Columbia University e attualmente biografa ufficiale dell’archivescovo Njongonkulu Ndungane.

Autrice, poetessa, drammaturga, storyteller, attrice e speaker ispirazionale, ha lavorato nelle Nazioni Unite, dove si è occupata dei programmi radio Anti Apartheid fino alle 1994, e degli archivi cinematografici delle Nazioni Unite fino alla pensione.

Dopo 25 anni a New York, si è trasferita nel suo paese d’origine, Sud Africa, ed è Scrittrice Ospite presso la University of the Western Cape.

La sua passione è la trasformazione sociale. Per questo, lavora principalmente con donne e giovani.

Le principali opere

Da madre a Madre

Nell’agosto del 1993, Amy Biehl, alunna bianca del Fulbright College, venne uccisa a Città del Capo da un gruppo di giovani neri, istigati da un insorgente movimento “anti bianco”. Il libro è stato provocato da questa tragedia. La madre dell’assassino scrive alla madre della vittima e tenta, parlando del suo dolore, di ottenere la comprensione per suo figlio dal racconto sia della vita di questi che della propria in un mondo condizionato dall’apartheid.

Ai figli dei miei figli

In questa autobiografia la scrittrice sudafricana Sindiwe Magona racconta i suoi primi 23 anni nel Sud Africa dell’apartheid. Ricorda gli anni felici dell’infanzia e quelli sempre più difficili della adolescenza e della giovinezza, segnati dal progressivo inasprirsi di leggi che restringono e condizionano la vita degli africani. Eppure, a dispetto di tutto, e senza mai indulgere nell’autocommiserazione, Magona racconta di una tenace determinazione che la porterà dalle baraccopoli di Città del Capo a ricoprire il ruolo di bibliotecaria presso le Nazioni Unite.

Questo è il mio corpo!

L’evento scatenante del romanzo è una morte per AIDS. In questo modo il lettore viene trascinato sin dall’inizio nell’analisi di una delle piaghe sociali più diffuse in Sudafrica attraverso le vicende e soprattutto le riflessioni delle protagoniste. Il problema dell’epidemia viene affrontato in modo diretto: nella vita di chiunque può succedere di entrare in contatto con il virus senza sospettarlo minimamente. La pericolosità di comportamenti sessuali sconsiderati e dell’omertà, e l’ingiustizia di sottoporre le persone amate al rischio di morte sembra rivestire particolare importanza e viene continuamente ribadita. 

{

La vita è un regalo. Siamo nati perfetti, preparati al lavoro di una vita di successo. Ogni bambino nasce con i pugni stretti, portando regali al mondo, e nessun bambino nasce senza quei regali che chiamiamo talenti. Se ogni bambino fosse cresciuto come dovrebbe,
avremmo già scoperto la cura al cancro.

– SINDIWE MAGONA

Ascolta la storia

17 novembre 2019

Teatro Dal Verme • Milano

Sindiwe Magona, autrice sudafricana, racconterà il viaggio che l’ha portata dalla povertà assoluta a una vita economicamente indipendente, con un lavoro presso le Nazioni Unite, durante il Dreamers Day 2019 al Teatro Dal Verme di Milano.

Raccontaci il tuo sogno

SCOPRI GLI ALTRI SPEAKER