Dreamers Day

L'Inchino o il rispetto

Francesca Del Nero

Dreamers Day

UNISCITI AL CANALE DI TELEGRAM CLICCANDO SU QUESTO LINK

Ogni giorno viene pubblicato un contenuto!

👇👇👇👇👇👇👇👇👇👇👇

https://t.me/SchoolForDreamers

 

„Non sprecare altro tempo a discutere su come dovrebbe essere un buon uomo. Sii uno.“

Marco Aurelio

 

Visto che oggi è il primo giorno di primavera, la stagione della rinascita per eccellenza, è bene parlare di pulizie di primavera.

Un giorno, sembrerà che accada all’improvviso ma in realtà la consapevolezza cresce

dentro da tempo, ci accorgeremo di aver vissuto, anzi di star vivendo, in un modello la cui matrice è stata ed è ancora assolutamente predatoria!

 

Si parla di deep state da qualche parte ma alla fine, salvo frange estreme di crimini innominabili e salvo tutte le persone per bene che per fortuna ci sono, ammettiamolo …la coperta è sempre troppo corta per tanti, si sta facendo sempre più corta per troppi, ed è ancora il denaro che guida la vita delle persone! E noi cosa abbiamo a che fare con questo deep state? Siamo sicuri di non aver nulla a che spartire? Non è che per caso dobbiamo darci una sbirciatina dentro e scovare le nostre ombre?

 

Una trappola in cui siamo caduti da tempo immemorabile: la supremazia del denaro.

Abbiamo persino scoperto che si crea dal nulla, una illusione o una mannaia dipende dai punti di vista ma che purtuttavia abbiamo accettato (ecco il modello predatorio) che mancasse del tutto per qualche miliardo di persone e lo abbiamo accettato come se facesse parte del quadro o di una sceneggiatura di un film horror, anch’esso accettato come nulla fosse.

Solo qualche banale esempio di cose non politically correct, nell’agenda 2030 (sottoscritta nel settembre 2015) c’è l’obiettivo 16, per citarne uno, che se fosse letto adesso da uno sconosciuto che piomba sulla terra in questo istante, inorridirebbe sapendo cosa siamo costretti a combattere nel 2021 e si porrebbe una domanda semplice: ma scusate fino adesso avete tollerato tutto questo, avete tollerato la tortura dei bambini, il traffico d’organi..? Dov’eravate, cosa di nuovo vi spingerebbe oggi a invertire la direzione?

 

Di documenti è pieno il mondo, trattati sui diritti umani si sprecano, convenzioni internazionali.. grandi piani ..dal grande reset del WEF .. al “Dreaming the future of Health for the next 100 years”  finanziato da una ben nota fondazione, un white paper stilato nel 2013 a Pechino che è interessante scorrere per capire come qualcuno abbia ipotizzato scenari per il futuro dell’umanità … rimando alla sensibilità di ognuno giudicare quanto siano armoniosi, edificanti e incredibilmente predittivi!

 

Bene, dicevo, senza denaro dunque ancora nel 2021 non si mangia (di oggi e pure di ieri ovviamente …le file interminabili a milano, la capitale economica del nostro Paese, per un pasto caldo da ricevere da associazioni benefiche..) senza denaro non si ha un tetto sulla testa … etc non si ha un ruolo da sostenere, studi da poter fare, una reputazione da difendere… etc etc senza parlare della tirannia delle tasse scure sulla testa di tutti!

Ma se si crea dal nulla, forse allora potremmo uscire dallo schema ..( parametri ..debito pubblico/deficit/ trappola mortale..)  almeno per tutto ciò che è essenziale a ciascun paese ed al suo popolo? Ma possibile che non sentiamo l’assurdità?

 

Quindi il paradigma dominate è ancora: mors tua vita mea … nel senso più largo del termine … pazienza se tu non ce la farai, l’importante è che io ce la faccia! Siamo sinceri!

 

Cito tutte queste cose, che possono giustamente sembrare banalità, perché auspico che quel giorno sia vicino o per qualcuno sia già arrivato.

 

Una casa abbandonata e in terribile disordine per essere rinnovata ha bisogno prima di essere alleggerita di tutto, bisognerà cambiare colore alle pareti, cambiare i pavimenti, rivedere la distribuzione interna dei locali, rifare gli impianti .. fare pulizie massicce etc etc.

 

Perché mai per la rinascita di una nazione dovrebbe essere diverso?

Si può costruire sulla menzogna, sull’ipocrisia, sull’ignoranza, sull’avidità, sulla corruzione?

 

Abbiamo creduto a decine e decine di schemi assurdi:

  • I Cristiani , i musulmani e gli ebrei sono in lotta (mia madre nata in Egitto classe 1929 raccontava quanto l’inclusione fosse un fatto non un traguardo)
  • Di fronte a coloro che contano, politici, capi, presidenti e CEO, docenti…senza nemmeno sapere chi veramente sono, ci inchiniamo …
  • Ci inchiniamo pure di fronte agli attori, agli influencer, alla scatola nera che tutto manipola e che sta rendendo le maglie del modello predatorio sempre più strette…
  • Ci inchiniamo di fronte a chi ha più like …
  • Ci inchiniamo di fronte a chi a più lauree o premi accumulati prescindendo dal loro valore umano…
  • Ci inchiniamo di fronte a coloro che ci dicono che vogliono la pace mentre stanno andando in guerra…
  • Ci inchiniamo di fronte alle grandi corporation che professano alti valori e lasciano vivere i propri collaboratori in un clima opposto…
  • Compriamo scarpe, vestiti, vettovaglie di ogni tipo da seduti sul divano …dalle multinazionali che sfruttano i lavoratori e le lavoratrici inclusi i bambini … perché siamo diventati persino pigri…
  • Crediamo alla propaganda senza nemmeno comprendere che si tratti di propaganda… rammentarne la definizione ci aiuta: azione intesa a conquistare il favore o l’adesione di un pubblico sempre più vasto mediante ogni mezzo idoneo a influire sulla psicologia collettiva e sul comportamento delle masse. Spesso il termine può alludere a grossolane deformazioni o falsificazioni di notizie o dati, diffuse nel tentativo di influenzare l’opinione pubblica. Chi giura che non sia così?
  • ….

 

Abbiamo dunque accettato di inchinarci a molteplici situazioni, abbiamo accettato l’assurdità più eclatante come normalità, sappiamo che il denaro si crea dal nulla e continuiamo ad affamare i popoli per mancanza di denaro e il cammino che stiamo seguendo è sempre lo stesso, anche oggi .. accettare, obbedire, accettare … ma non sarà venuto il tempo di ribellarsi a tutto questo? E da dove dovrebbe partire questa ribellione?

 

Sveglia, sveglia, sveglia e guardiamo pure questa strana abitudine che abbiamo di innamorarci delle parole …l’anno scorso andava tanto di moda la resilienza, quest’anno è il turno della sostenibilità … ed ecco qui la definizione: Condizione di un modello di sviluppo in grado di assicurare il soddisfacimento dei bisogni della generazione presente senza compromettere la possibilità delle generazioni future di realizzare i propri. Ma qui ci sta un’altra domanda, giusto? Ma come siamo arrivati qui? Di quali bisogni stiamo parlando? Ancora quelli primari o ve ne sono altri? Che cosa sarebbe cambiato, di grazia, nell’animo dei decision maker che il giorno prima distruggevano (dato di fatto altrimenti non ci sarebbero questi ennesimi e reiterati traguardi…)  e il giorno dopo improvvisamente si ritrovino capaci di nutrire virtuosismi di ogni tipo?

 

Qui e ora è il momento di svegliarsi dal nostro sonno e avere il coraggio di guardare spietatamente dentro noi stessi, guardiamo le nostre bugie, guardiamo la nostra ipocrisia e ricordiamo che l’inchino una volta ripuliti lo dovremo fare SOLO E SOLAMENTE a noi stessi, alla meraviglia e alla luce che c’è in noi, a quel Dio che c’è, mannaggia se c’è, e che è in noi, è in noi sin dall’origine e lo abbiamo dimenticato, ci siamo disconnessi dalla sua divina presenza!

 

Basta, basta, basta guardare fuori, basta accettare modelli viziosi, basta subire minacce, basta farsi spaventare!

Facciamo cadere gli idoli …da certuni prelati più o meno in alto nelle posizioni gerarchiche a quegli individui nei vari ruoli cui affidiamo le nostre scelte dando loro la nostra fiducia solo perché sono in una certa posizione sociale o economica che per uno strano diritto umano, e non certo divino, diventano importanti!

 

Siamo esseri creatori, potenti, meravigliosi, siamo luce, siamo capaci di amore immenso, siamo capaci di solidarietà, siamo capaci di perdonare, siamo capaci di accogliere, siamo capaci di pace senza che qualcuno o qualche documento ce lo debba dire o ricordare.

Siamo esseri unici creati a immagine e somiglianza di Dio ed è tempo di scelta, è tempo di rinascere alla luce che c’è in noi, è tempo di nutrire il nostro essere, dedicargli tempo, attenzione, amore poiché solo lì troveremo tutte le risposte che ci servono senza bisogno che più nessuno ci debba dare indicazioni né traguardi che sappiamo porci da soli e che raggiungeremo solo se dentro di noi si saranno risvegliati quei valori, quei principi e ci sarà fame e sete di verità!

 

UNISCITI AL CANALE DI TELEGRAM CLICCANDO SU QUESTO LINK

Ogni giorno viene pubblicato un contenuto!

👇👇👇👇👇👇👇👇👇👇👇

https://t.me/SchoolForDreamers

 

International speaker, coach, trainer e autrice, Francesca ha lavorato per molti anni come manager di banche d’affari e conosce a fondo le dinamiche e le sfide del mondo aziendale. Ha lasciato GE Capital nel 2010 per fondare una scuola internazionale di trasformazione dell’Essere, School For Dreamers, con lo scopo di…