Dreamers Day

LA LUCE CHE VERRÀ

FRANCESCA DEL NERO

Dreamers Day

Crediamo davvero che i ciechi, i sordi, gli storpi del Vangelo corrispondano a figure reali?

E se fossimo invece noi che non vogliamo vedere, che non vogliamo sentire, che siamo rassegnati, inermi, incapaci di procedere consapevolmente… ?

Se fossimo dunque proprio noi che non vogliamo accorgerci della presa che si sta facendo lentamente ma inesorabilmente sempre più soffocante sui nostri diritti, sulle nostre libertà oltre che sui nostri pensieri e le nostre convinzioni…?

Il cappio si sta accorciando e la sua linfa è la nostra paura! Oh paura questa sconosciuta!

Meglio dire.. oh paura, molto ben conosciuta e usata di proposito!

È tempo di vederla e di liberarsene, è tempo! È tempo di fare questa scelta.

Trasformare la paura in amore, accorgerci di quanto sia importante la libertà e recuperare i valori guida…ma quanto ci serve ancora per comprendere cosa sta accadendo dentro di noi (attraverso un inconsapevole consenso che ogni giorno concediamo, attraverso il nostro stesso egocentrismo, attraverso la nostra zavorra interiore fatta di credenze e schemi autolimitanti) e quindi fuori di noi?

 

E’ difficile pensare che veramente ci siano state raccontate una marea di storie su innumerevoli fronti? sì, è molto difficile visto che ci costringe a mettere in discussione infinite cose, circostanze, eventi e, quando si comincia l’indagine (comprendo bene che bisogna anche averne il tempo oltre che la spinta interiore) è come se un velo dopo l’altro tutto, al tempo giusto per chi compie l’indagine, si dipanasse. Credo fermamente nel fatto che porsi domande sia il vero inizio di un cammino di verità sia all’interno di ciascuno di noi che all’esterno (che sempre ci riflette).

Su quanto accade fuori cerchiamo almeno di non farci affascinare, di non dare per scontato che nomi conosciuti o altisonanti siano brave persone perché hanno curricula eccellenti. Magari sì, ma magari no, rimaniamo indipendenti, equi distanti osservatori!

 

Ormai la differenza la fa solo l’intento con cui un individuo si muove e opera.

Sono sicura che ogni tanto vi sarete anche voi chiesti come mai quella data persona ha avuto accesso a cariche così elevate e perché c’è sempre il solito giro di poltrone ai vertici delle varie istituzioni? Così come anche voi vi sarete chiesti come mai dichiarano una cosa per farsi eleggere e ne fanno un’altra opposta una volta eletti?

Risponderci che siamo di fronte a scambi di favori, interessi personali uniti alla capacità di asservirsi a voleri/poteri altrui, credo sia semplice ed evidente a tutti anche se troppo spesso scambiamo questi aberranti aspetti con una  bonaria incapacità, imbecillità, ignoranza …

 

Perché però non basta più darci questa risposta?

Perché è giunto il tempo, se già non lo abbiamo fatto, di porsi ancora altre domande.

Qui ne includo solo alcune apparentemente banali ma quando le vediamo tutte insieme ci aiutano, unendo i puntini,  a dare un altro senso all’insieme:

Come mai abbiamo accettato che il sistema così come descritto fosse inevitabile?

Come mai diamo per scontato che ci sia la povertà, che ci sia la fame? (800 milioni di persone che muoiono di fame e 1 miliardo 300 milioni di derrate alimentari buttate… su base annua dalle ultime statistiche)

Come mai accettiamo la violenza, le guerre sanguinarie, la distruzione di città intere?

Come mai accettiamo la pedofilia, il satanismo, il commercio di esseri umani, la vendita degli organi?

Come mai accettiamo che la droga uccida milioni di persone?

Come mai accettiamo che le case farmaceutiche si arricchiscano spesso anche a danno della nostra stessa salute?

Come mai diamo per scontato tasse, contributi, interessi .. siano così alti da strozzare tutti i popoli?

Come mai abbiamo accettato che l’energia ci venga venduta ad alto costo quando si sa che è possibile avere energia per tutti a costo zero e senza inquinare?

Come mai stiamo accettando la censura perpetuata in tutto il mondo cd democratico come se fosse normale?

…..

Potreste “divertirvi” ad aggiungere altre domande a questa scarsa lista!

 

Eppure siamo attorniati e impregnati da tutto questo e …non alziamo un sopracciglio né muoviamo un dito.

Cosa possiamo fare dunque? Cominciare ad essere consapevoli è il primo passo. Un passo che però non deve condurre alla violenza per recuperare il senso e buon senso delle cose e della vita ma deve passare attraverso il risveglio di coscienza. The great awakening

 

Dunque quando cadrà il sistema?

Il sistema criminale basato su una manciata di oligarchi (politici/élite finanziarie/capi di istituzioni varie) che sorveglia governa e dispone sul mondo, cadrà e l’intero inganno, la matrice in cui siamo entrati inconsapevolmente si rivelerà, semplicemente quando saremo pronti a non farci più ingannare.

Quando ci diranno cose inaccettabili e non le accetteremo più, quando ci accorgeremo del lavaggio del cervello perpetuato costantemente per convincerci di quanto sia bene fare questo o quello o quanto non sia bene fare questo o quello e semplicemente saremo pronti a usare la nostra testa, a fare le nostre ricerche, ad ascoltare più versioni e connetterci con il nostro cuore agendo coerentemente onorando noi stessi come essenza divina,

allora, solo allora saremo esseri liberi, liberi e felici. Un po’ più leader di noi stessi e un po’ meno sheep al seguito di altri.

 

E’ così semplice? Sì lo è ma bisogna esserci! E dobbiamo essere tanti, tanti, tantissimi.

Quando questo accadrà e chissà, forse sta già accadendo, il “Vaso di pandora” esploderà e potremo ricostruire un mondo nuovo basato su altri modelli economici, sociali, culturali, educativi … poggiati sull’armonia, l’amore, la salute, l’abbondanza e la prosperità per tutti. Uno spettacolo di mondo! Proprio quello che ci meritiamo … una volta svegli!

 

La luce sarà evidente per noi e per tutti quando attraverso l’auto osservazione realizzeremo che tutto parte da dentro, che la paura ci guida, che abbiamo accettato il limite nel senso deleterio del termine, che abbiamo data per scontata la bugia, la corruzione, l’avidità, la violenza, il sopruso … (che dobbiamo indagare se e quanto risiedano in noi).

Quando quindi realizzeremo di aver accettato una certa narrazione del mondo diventandone schiavi, ricorderemo invece di essere stati creati a “Sua immagine e somiglianza” e sentiremo di essere pura Luce, allora, solo allora saremo in grado di creare ben altri scenari per noi stessi e per gli altri.

Allora, quando quel tempo arriverà, avrà inizio la vera e profonda rinascita prevista nell’età dell’oro in cui siamo magnificamente ormai entrati. E’ ora di esserci e di muoversi! Adesso!

International speaker, coach, trainer e autrice, Francesca ha lavorato per molti anni come manager di banche d’affari e conosce a fondo le dinamiche e le sfide del mondo aziendale. Ha lasciato GE Capital nel 2010 per fondare una scuola internazionale di trasformazione dell’Essere, School For Dreamers, con lo scopo di…